Domenica 20 novembre, solennità di Cristo Re dell’Universo. “Ma che tipo di re è Gesù?”, ha domandato don Alberto ai bambini e ai ragazzi del catechismo durante la Messa delle 10.

Perfino nell’antico Egitto, dove la schiavitù era all’ordine del giorno – ha ricordato il parroco – “un giorno gli schiavi organizzarono uno sciopero contro il faraone per chiedere dell’unguento per proteggersi dal forte sole che li angustiava durante il lavoro”.

Nessun re, nessun governante tra gli uomini può fare nulla senza il consenso – più o meno libero - del suo popolo. Anche Gesù vuole il nostro consenso, ma non ci obbliga, lui è un re che chiede, cerca con forza la collaborazione della sua gente. E anche per questo è amato, al contrario dei capi del sinedrio e dei farisei, che – come ricorda il Vangelo di Luca del giorno – lo deridevano mentre era in croce, dicendogli:. “Ha salvato altri! Salvi se stesso”. Sapienti solo a parole, maestri di una perfezione impossibile, tutta esteriore.

Al termine della Messa, durante l’intera giornata di domenica, è stata organizzata nel portico una vendita di torte e dolci – bellissimi, oltre che buoni – preparati dai parrocchiani per poter sostenere le tante attività che ruotano intorno all’oratorio di via Donna Olimpia.

Un bel momento di partecipazione per invitarci a condividere sempre più, anche nella gioia festosa di un dolce, il cammino che ogni giorno Gesù – il nostro re preferito - ci chiede di compiere.Tipi di corona

Chi è online

Abbiamo 59 visitatori e nessun utente online