Ciao! Se qualcuno fino a tre mesi fa fosse venuto da me e mi avesse chiesto di entrare a far parte della sua cellula di evangelizzazione sicuramente non avrei preso nemmeno in considerazione la sua offerta. Non solo: avrei pensato che fosse uno che non aveva niente di meglio da fare nel suo tempo libero che perdere tempo a recitare litanie con altri sfigati!

Avrete capito che non solo non facevo parte della comunità parrocchiale, ma non ero nemmeno una brava cristiana né la mia fede era così solida. Arrabbiata, stanca, sfiduciata e sempre alla ricerca di un qualcosa di indefinito che mancava nella mia vita! Ma Dio per fortuna non si stanca mai di bussare alla nostra porta e finalmente tre mesi fa ho deciso di aprire.

Da allora tutto è cambiato, ovviamente in meglio! Ho deciso di fidarmi di Gesù, all’inizio in maniera cauta, poi, frequentando il corso di Guarigione interiore ( che consiglio a tutti, perché funziona), in maniera più concreta. Sono stata pervasa dal calore e dalla pace che solo lo Spirito Santo sa infondere al cuore degli uomini, mi sono sentita amata e accettata per quello che sono, ho iniziato a vedere le mie debolezze e la mia incompletezza non come limiti e motivo di tristezza ed autocommiserazione, ma come punti di partenza per arrivare ad una nuova e migliore me stessa. Senza contare che la mia fede si è rafforzata e ho iniziato a vedere e volere la mia vita in maniera differente. A quel punto, quando mi è stato chiesto, di nuovo, di partecipare alle cellule di evangelizzazione…la mia risposta ha fatto sorridere anche me! Sì perché ho capito che il Signore ha voluto mettermi alla prova, dandomi una bella lezione facendomi avvicinare alla mia nuova vita attraverso tutto ciò che denigravo! Ed eccomi qua, ora faccio parte di una delle tante cellule della nostra comunità parrocchiale! Che dire? Sono felicissima di farne parte, mi trovo benissimo con tutti i cellulini, perché tutti, in un modo o nell’altro, mi insegnano ogni volta qualcosa di nuovo, mi aiutano, non solo con l’esempio della loro fede e della loro vita a capire quale sia la strada che lo Spirito Santo vuole che percorra dietro di Lui. L’amore e la fede in Gesù che si respira nella cellula è quasi tangibile, la gioia è tanta, la speranza nel suo certo aiuto in ogni situazione della nostra vita è totale. Ogni volta ne esco carica di pace, propositività ed energia. E’ la mia ricarica settimanale, la mia “droga” a cui non voglio più rinunciare! A chi fosse ancora scettico dico solo:”Provare per credere!”. In fondo è o non è stato Gesù a dirci:”Dove sono due o tre riuniti nel mio nome, lì sono io in mezzo a loro”? Vi assicuro che è così! Lode al Signore!

Chi è online

Abbiamo 23 visitatori e nessun utente online