Anche la liturgia della scorsa domenica ci ha rinnovato la memoria dell'alleanza di Dio con il nostro padre nella fede Abramo....ed ecco un'altra testimonianza. In comunione

 

 

Lo scorso week end ho partecipato al Corso Abramo organizzato dalla Parrocchia Santa Maria Madre della Provvidenza. Era tanto tempo che non partecipavo ad un corso con questa comunità e sono stata contenta
di rivederli, perchè come al solito si sono dimostrati molto accoglienti...ma
questo ormai non mi stupisce più, visto che è una loro "prerogativa"
.... garantita!!! : )

Ho avuto però il piacere di conoscere una "nuova" figura per me, quella di Giustino, diventato diacono da poco e devo dire che è stata una "grandiosa" conoscenza, fa sempre molto piacere incontrare
persone che ti comunicano la Fede con il loro "semplice" modo di
fare.

Il corso devo dire che è stato molto intenso ma "fluido", soprattutto grazie alle dinamiche proposte. Con piacere ho
potuto conoscere in maniera più approfondita la figura del nostro Padre della
Fede e "rispecchiandomi" nella sua figura ho potuto trovare tanti
spunti di riflessione che mi aiuteranno nel mio cammino di Fede.

Di strada ce n'è ancora tanta da fare.....ma questi momenti sono utili per ricordarmi che

non la devo fare da sola : )

Attraverso Abramo, Dio mi ha invitata di nuovo a fidarmi e ad affidarmi, a non temere perchè Lui è il mio scudo, c'è un grande progetto d'amore anche per me, ma i Suoi tempi non sono i miei tempi.....e già, nota
dolente per me il tema dell'attesa.... :(

Ma sono certa che piano piano, con l'aiuto di Dio, riusciro' a potare questo ramo "secco" che non mi permette di amare e lasciarmi amare come Lui vuole.

Mi sono riconosciuta nella persona di Abramo scoraggiato,deluso e confuso, ma alla fine lui decide di fidarsi di Dio perchè
si rende conto che da soli possiamo solo combinare disastri, solo Dio sa qual è
il meglio per noi, quindi torna ad invocare di nuovo Dio.... a pregare....l'ho
sentito proprio come un invito rivolto a me.....

Quanta Grazia se ci lasciamo amare.... Insomma davvero un week end "arricchente" non solo spiritualmente ma anche... socialmente!!! ; )

Grazie, grazie e ancora grazie a tutta l'equipe e soprattutto Lode al Signore .... che non si dimentica
mai di noi!!  : )

A presto,

Angela

L'attesa è stata lunga ma....ne è valsa la pena.

Nel senso che il desiderio di vivere insieme alla comunità, dopo alcuni mesi di astinenza, un ritiro secondo lametodologia partecipativa del Centro Kerigma, ha potuto essere soddisfatta nel weekend 12-14 febbraio.

una quarantina di partecipanti, una équipe che si è moltiplicata per poter servire i fratelli partecipanti e offrire così un clima accogliente e caloroso.

Che fossimo nei locali della nostra parrocchia ovvero - come nella giornata di domenica - nel teatro messo a disposizione dellla parrocchia sorella de la salette - sopra di noi c'era solo un cielo stellato.

Lo sguardo rivolto al cielo, a scrutare la promessa del Signore per ciascuno dei suoi figli, a innalzare la preghiera di poter rendere feconda la nostra vita per farne uno strumento di comunione e condivisione fraterna.

Una alleanza personale fra Dio e ciascuna creatura, nessuno escluso.

Un arcobaleno di salvezza, la certezza che solo nell'abbandono docile alla volontà di Dio risiede la fonte del coraggio di intraprendere nuove vie, di imboccare strade nuove, dove non avremmo mai pensato di addentrarci.

Grazie al Signore che ci ha donato Abramo come padre nella fede, come modello di intercessore potente per le necessità dei nostri fratelli e per i problemi che affliggono l'umanità.

Anche per noi risuona quel "Vattene" che ci spinge ad uscire fuori da ogni umana certezza e anche da una falsa immagine che possiamo esserci costruiti su Dio, per lasciarci avvolgere dalla soprpresa di una more gratuito che va oltre ogni logica e pregiudizio umano.

 

Con gioia condividiamo la prima testimonianza pervenuta.

 

Dal 12 al 14 febbraio ho seguito il corso Abramo organizzato
dalla Parrocchia Santa Maria della Provvidenza, e devo riconoscere che è stata
una piacevole sorpresa.

Attraverso gli insegnamenti che ci sono stati proposti, ho potuto vedere una figura "biblica" come quella di Abramo (pronto ad immolare il suo unico figlio a Dio) in una veste nuova,

più vicina a noi credenti comuni: un uomo con tante difficoltà da affrontare
ed altrettanti dubbi e paure a riguardo; un uomo che non segue sempre
quello che Dio gli suggerisce e che prende quindi anche iniziative sbagliate. Ho
capito che è normale l'alternarsi di momenti di incertezza ed incredulità con altri
di fede più serena, più forte, e che comunque le prove che Dio ci manda sono utili
per avanzare nel nostro percorso di fede, purché noi continuiamo ad
avere fiducia in lui e a "non temere".

Abramo e Sara non vedono i discendenti di Isacco e ottengono la loro terra promessa alla
fine della loro vita, come luogo di sepoltura. Anche questo punto finale mi
ha fatto riflettere molto: alle volte probabilmente le nostre vite non devono
raggiungere degli  obiettivi specifici per avere un senso... ma forse più
semplicemente siamo un seme per qualcosa che germoglierà dopo di
noi!

Grazie a tutti i componenti dell'equipe per questa bella esperienza!!

C.G.

 


DSCN2709

 

 E continuiamo le nostre testimonianze:

 

L’opportunità

Quest’estate, dal 16 al 23 agosto 2015, ho partecipato alla “vacanza-studio” organizzata da d. Alberto, parroco di S. Maria Madre della Provvidenza, ad Auronzo di Cadore, aperta a tutti.

Essendo una persona che non abita più a Monteverde e dunque non frequenta questa chiesa, innanzi tutto sono rimasta piacevolmente sorpresa dell’accoglienza ricevuta da tutti i partecipanti al viaggio: una comunità di persone di tutte le età, dai tre agli ottant’anni, composta da single, suore, coppie giovani e meno giovani, bambini  e naturalmente d. Alberto.

Leggi tutto...

Continuiamo con le testimonianze, oggi vi presentiamo la seconda :)DSCN2698

Parlare di vacanze mi mette sempre tanta gioia, voglia di spensieratezza, voglia di gustare momento per momento il tempo a disposizione, voglia di imprimere nella mente lo spettacolo della natura. Così è stato anche l’anno scorso e lo sarà anche per le vacanze future.

Il viaggio è stato bene organizzato nei suoi spostamenti ed eravamo liberi di andare in un posto o in un altro.

Siamo partiti con il treno, questo ci ha dato modo di poterci sgranchire e di poterci muovere nel vagone, inoltre ci ha dato la possibilità di arrivare velocemente.

 

Leggi tutto...

Chi è online

Abbiamo 93 visitatori e nessun utente online