4terza

Gesù, Misericordia del Padre

venuto a incontrare la nostra miseria

sulle strade del mondo,

nelle piazze di ogni città.

Tu, dalle braccia infinite

sempre aperte a riaccogliere

chi era perduto,

volgiti a noi nell'impeto della tua pietà.

Noi non vogliamo essere

« scribi e farisei »,

accusatori dei nostri fratelli,

ma spesso ci troviamo

a lanciare sugli altri

la pietra del nostro peccato.

Gesù, Signore del sovrano silenzio, 

in mezzo al tumulto

delle nostre passioni  rendici capaci di tacere davanti a te,  mentre, nuda e piena di vergogna,

l'anima nostra si confessa

semplicemente lasciandosi guardare

dai tuoi occhi di mite Pastore.

Chi ci condannerà se tu ci assolvi?

Chi ci disprezzerà se tu ci ami?

In, che hai inciso

sulla squallida terra nel nostro cuore

il sigillo dell'eterna alleanza,

fa' della nostra vita

un canto nuovo.

Amen.

34terza

E' vicino il momento in cui Cristo farà la rivelazione più radicale - e la più incomprensibile per l'uomo - della sua potenza: morire sulla croce. È uno "scandalo per gli Ebrei, follia per i popoli pagani" (1Cor 1,23).

Leggi tutto...

quintaprima

Chiesa, amata Chiesa, fatta di perdonati, non di giusti. Chiesa abitata da gente che sa perdonare perché perdonata, che giudica con amore, senza ferire, guardando avanti, che indica una strada, non un tribunale.

Chi è online

Abbiamo 151 visitatori e nessun utente online